Pubblicare su LinkedIn, nuova funzione per la versione italiana

mail

#nonsolopost

“Marco, ti invitiamo a pubblicare su LinkedIn.” È il messaggio dell’ultima e-mail ricevuta da LinkedIn, che annuncia la nuova funzione di pubblicazione, per la versione italiana del noto #socialnetwork.

Bene, non si dovrà più modificare l’impostazione, passando alla lingua inglese, per poter sfruttare la piattaforma davvero utile. Si potranno condividere link, immagini, presentazioni, video e messaggi di testo, e in più gli iscritti al social network avranno ora la possibilità di creare post approfonditi in stile editoriale, che appariranno nei feed dei contatti e verranno aggiunti al profilo dell’autore.

Ho letto con interesse l’analisi pubblicata sul sito Data Manager online che suggerisce i 5 passaggi per pubblicare un post di successo: trasparenza, argomenti chiari, illustrazioni, condivisione e un ironico nessuno è perfetto.

Vediamo questi suggerimenti:

  1. Trasparenza. Assicurarsi che il profilo sia completo e aggiornato. Quando un membro di LinkedIn legge un post, in genere desidera saperne di più sull’autore e sulla sua professione. Se i post sono interessanti e il profilo è dettagliato, aumentano anche le probabilità di aumentare il numero di follower o dei contatti.
  1. Argomenti chiari. Condividendo pubblicamente le proprie competenze, i professionisti si presentano come veri e propri esperti di determinati argomenti. Assicurarsi di scrivere post su questioni note, in modo da incrementare la propria credibilità come esperti di un particolare settore. A questo scopo, è consigliabile definire in anticipo l’elenco degli argomenti per cui si desidera essere conosciuti. Questo accorgimento consentirà di ottenere una maggiore visibilità e aumentare il proprio pubblico.
  1. Illustrazioni. Se si trattano argomenti complessi, l’aggiunta di immagini o presentazioni può renderne la lettura più interessante. Le presentazioni possono essere facilmente caricate in “Slideshare” su LinkedIn e da lì incorporate nei post. Anche un’intestazione di grande impatto visivo può essere utile per attirare i lettori. È importante, tuttavia, assicurarsi di pubblicare solo materiale copyright free. Questo vale anche per le immagini incorporate nelle presentazioni.
  1. Condivisione. Quando si pubblica un post, è consigliabile informare la propria rete di contatti, inviandolo agli amici e pubblicandolo su Facebook, Twitter e Pinterest per colleghi e collaboratori. È importante diffondere il messaggio. Anche interagire con altri autori, vedere quello che hanno scritto in proposito, aggiungere Mi piace e commentare è un altro modo per farsi conoscere e consolidare nuove collaborazioni. In questo modo crescerà anche la rete dei contatti. Più si condivide, più aumenta il pubblico e maggiore sarà l’impatto dell’autore.
  1. Nessuno è perfetto. Nessuno si aspetta che su LinkedIn venga pubblicata una tesi o un libro. Un post non deve essere né troppo lungo, né troppo breve: deve andare dritto al punto, in modo chiaro e conciso, per trasmettere il messaggio desiderato. Il valore di LinkedIn sta soprattutto nel feedback ricevuto dagli altri utenti, quando un monologo si trasforma in un dialogo in cui le idee vengono sviluppate e si trasformano attraverso il confronto con punti di vista differenti. È in questo modo che si consolidano le relazioni. LinkedIn è uno strumento unico nel suo genere per aumentare la propria visibilità per un pubblico di professionisti con interessi analoghi, creare un brand riconoscibile e ottenere risultati concreti, sia in LinkedIn che nella vita professionale.

Interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *